Interrogazione su: Lavori tetto Castello Colonna – situazione cantiere P. San Giovanni

(23/09/2019)

Gruppo Consigliare “Cittadini in movimento per Cambiare” di Genazzano

Al Sindaco del comune di Genazzano
Dott. Alessandro Cefaro

Oggetto: INTERROGAZIONE a risposta scritta su: LAVORI TETTO CASTELLO COLONNA – SITUAZIONE CANTIERE P. SAN GIOVANNI

Il sottoscritto Consigliere Comunale Antonello Brigida interroga il Sindaco in merito a quanto di seguito specificato:

PREMESSO

Che, a seguito del danno cagionatosi per le infiltrazioni meteoriche al tetto del Castello Colonna si procedeva alla parziale demolizione di parte di questo;

Che, al fine di poter procedere con i lavori si provvedeva a chiudere Piazza San Giovanni alla sosta delle autovetture dei residenti ed a creare un angusto passo pedonale;

Che, per attuare tali limitazioni una non identificabile ditta priva di cartelli identificativi procedeva alla messa in pristino di svariati pali in legno conficcati al suolo e alla realizzazione di una recinzione in rete metallica ed alla apposizione di due cancelli ai rispettivi estremi della recinzione stessa muniti di catena e lucchetti. Che su tale cantiere non è apposta alcuna tabella indicante la ditta ed i responsabili di cantiere;

Che, i lavori di demolizione parziale del tetto iniziavano il giorno 31 agosto e si protraevano fino alle 14 di domenica 1 settembre alla presenza di incaricati dell’ufficio tecnico comunale e di operai di non identificabile ditta;

Che, per circa 10 giorni il cantiere restava chiuso senza la presenza di operai;

Che, dopo tale periodo per un giorno dalla ore 8,30 alle 14 i lavori riprendevano con la demolizione di una altra porzione di tetto, ma anche in questo caso come avvenuto precedentemente tutto il materiale di risulta restava ed è tutt’ora a terra nella piazza;

Che, sino ad aggi dall’ultimo intervento nel cantiere non è stato svolto più alcun lavoro;

Che, con l’evidente intento di non far interrompere l’attività produttiva del forno del pane ivi esistente sono state fornite le chiavi dei lucchetti dei cancelli ai titolari dello stesso, i quali aprono i cancelli per passare con i furgoncini col pane, e ricevere i furgoni con la farina e la legna, nonché in orari serali sostano nella zona del cantiere;

Che la porzione di tetto demolito del castello Colonna risulta oggi priva di copertura alcuna con la conseguenza che le acque meteoriche possono penetrare liberamente nei sottostanti piani;

CONSIDERATO

Che, il tempo trascorso senza che si effettuino più lavori, in una situazione di tale emergenza, non trova giustificazione con possibilità di danno dovuti alla mancata copertura del Castello;

Che i disaggi per gli abitanti della zona sono notevoli, quali poter scaricare oggetti ingombranti per la casa, la spesa quotidiana, trovare parcheggio, poter liberamente ricevere eventuali mezzi di soccorso medico, o mezzi antincendio;

Che, la situazione di sporcizia e fatiscenza derivante dalle macerie abbandonate offre uno spettacolo di degrado per l’intera area, rendendo difficile il vivere civile per gli abitanti;

Interroga la S.V.

  1. Se si è risalito alla causa che ha determinato le infiltrazioni di acqua nel tetto del Castello;

  2. Conoscere il nome della ditta che ha perimetrato il cantiere in P. San Giovanni e se vi è stata una direzione lavori per la palificazione ed apposizione della rete metallica e la creazione dei due cancelli muniti di lucchetto;

  3. Il nominativo del responsabile del cantiere.

  4. Conoscere il nome della ditta che ha eseguito la parziale demolizione del tetto e lasciato in loco il materiale di risulta;

  5. I tempi previsti per la rimozione del materiale di risulta;

  6. Quale è il costo dei lavori sin qui eseguiti e se sono stati pagati dal Comune o altro ente;

  7. Se il pericolo per persone e cose possa considerarsi superato visto che i mezzi del forno passano attraverso il cantiere stesso e vi sostano anche;

  8. Cosa ritiene di fare l’Amministrazione per evitare ulteriori danni al Castello Colonna in attesa che vengano eseguiti i lavori di ricopertura;

  9. Se sono in corso procedure per l’aggiudicazione dei lavori per la riparazione del tetto e i relativi costi e la tempistica prevista per gli stessi e a carico di quale Ente verranno eseguiti.
GenazzanoIl Consigliere comunale
23 settembre 2019Antonello Brigida
File PDF inviato 

Risposta del Sindaco in data  30/09/2019

Formato JPG

Formato PDF

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *